gpg


“Cantavano al Bùvero, il borgo dove abitava Nunziata, una sarta del quartiere militare, a Sperandei, a Liporta, al Mercato, alla Rèndola, a Pietraccetta, a Capofioccano, a Capocasale, al Casale del Pozzo, al Casale Nuovo fino alla Marrata dove abitava Nannina. Tanti grossi borghi popolari, che si sarebbero potuti considerare veri e propri quartieri.”

(tratto da Ninfa Plebea, D. Rea)

Domenica 25 gennaio, alle ore 11, presso il Cimitero Comunale di Nocera Inferiore, sarà deposta una corona di fiori presso la tomba del grande scrittore contemporaneo Domenico Rea, sepolto nel camposanto cittadino presso la Cappella Angrisani. Ad omaggiare lo scrittore sarà l’Osservatorio Politiche Giovanili di Nocera, oltre che il primo cittadino di Nocera Inferiore, avv.Manlio Torquato, nonché vari rappresentanti di associazioni del territorio.

Questo evento ha come obiettivo primario quello di onorare la memoria di un grande scrittore (vincitore del premio Strega con il romanzo “Ninfa Plebea”), ricordando il suo profondo legame con Nocera e conl’intero l’Agro nocerino-sarnese, come testimoniano i suoi scritti.

Già lo scorso ottobre, l’Osservatorio Politiche Giovanili di Nocera, con il patrocinio della Città di Nocera Inferiore e con la collaborazione dell’associazione teatrale “La Quarta Scena” e dell’Azione Cattolica di S. Maria del Presepe, ha presentato una serata culturale in ricordo di Domenico Rea, nel ventennale della sua morte (1994-2014).

“Nell’anniversario della morte di Domenico Rea, che sarà il 26 gennaio, siamo onorati di omaggiare l’autore con dei fiori che offriamo a nome della cittadinanza – ha dichiarato il presidente dell’Osservatorio Claudio Guarnaccia – sarà l’occasione per concludere idealmente la celebrazione di questo ventennale, insieme ad una cena letteraria che si terrà il 3 febbraio presso il Circo Gastronomico di Nocera Inferiore. Sarà l’occasione di esprimere la nostra riconoscenza per un autore che ha portato Nocera, con i suoi scritti, ai più alti livelli della letteratura italiana contemporanea”, conclude Guarnaccia.

Per contatti e informazioni: osservatorio.giovani.nocera@gmail.com